Tagliatelle con farina integrale di grano duro





Continuo a sperimentare con la nuova farina di grano duro integrale macinata a pietra..e la pasta fresca non poteva certo mancare!

Gli ingredienti della pasta fresca sono come base di partenza: ogni 100 gr di farina  un uovo intero.
Io  ho calcolato le dosi così: 70 gr  integrale, 30 gr farina 00, sconsiglio l'uso totale della farina integrale in quanto è difficilissima da impastare e da stendere.
Altra cosa, questa farina essendo macinata a pietra si sente scricchiolare sotto i denti dopo cotta, se non vi piace potete setacciarla come ho fatto io in una seconda prova e questo effetto scompare quasi totalmente.

Farine del Molino Rossetto

Ingredienti
70 gr di farina di grano duro integrale Cappelli
30 gr farina 00
1 uovo medio
Impastare, fare riposare avvolta da pellicola e poi stendere con la macchinetta per la pasta fino al numero 7 (io ho la Marcato)

Una volta stese le sfoglie, passarle nei rulli appositi e ritagliare le tagliatelle.

Nel mio caso ho fatto dose doppia di pasta e il condimento l'ho fatto con:

6 sarde sotto sale
pomodorini
prezzemolo
scalogno olio

Lavare bene sotto l'acqua corrente le sarde e togliere la spina centrale.

In una wok mettere l'olio e soffriggere lo scalogno tritato, poi unire le sarde e farle sciogliere, ci vogliono pochissimi minuti,  da ultimi unire i pomodorini puliti e spegnere.

Cuocere le tagliatelle in acqua salata, scolarle e spadellarle nel condimento, completare con prezzemolo tritato

Crostoli con panna fresca





Quest'anno ho sperimentato un bel pò di ricette per i galani, dai classici friabilissimi, per passare all'uso del philadelphia e ora la panna!

La ricetta è tratta dal blog Menta e Cioccolato

Dalla ricetta originale ho fatto un'ulteriore prova, usando la farina con lievito.
Il risultato è stato eccezionale, buonissimi in entrambi le versioni anche se forse la versione con lievito ci è piaciuta di più perchè più friabili, ma come sempre penso sia personale la cosa.
Farine  del Molino Rossetto

Ingredienti totali
250 gr panna fresca che poi pesata al grammo è 235 grammi
170 gr di farina con lievito 
135 gr farina 00 
sale

Olio d'rachide per friggere

Primo impasto
125 gr panna
170 farina con lievito
un pizzico di sale
Impastare e stendere sottilissimi. Io ho tirato le sfoglie a tutte le tacche fino all'ultima numero 6 dell'Imperia, passando al 3 al 5 e al 6 sempre 2 volte.
Quando impastate regolatevi con la farina, potrebbero servirvi 10/20 gr in più
Diventeranno vellutate.
Ho ottenuto 50 pezzi

Secondo impasto
110 gr panna fresca
135 gr farina 00
un pizzico di sale
Impastare e stendere sottilissimi. Per ottenere un buon impasto occorreranno circa 10/20 gr in più di farina in fase d'impastamento  in modo da ottenere un panetto ne troppo morbido ne troppo solido.
Anche qui passati alla macchinetta come le precedenti.
Ho ottenuto 41 pezzi.

In entrambi i casi quando passate le sfoglie nei rulli dovete tenerle infarinate se no si attaccano!


Tagliare, incidere al centro e friggere in olio d'arachide, scolare e spolverare di zucchero a velo.

Nota:
la quantità di farina può variare perchè dipende dal tipo di panna che userete, quindi dovete regolarvi.
Si può usare anche la panna uht, o la panna vegetale (io non ho provato!)
A piacere si può unire all'impasto della buccia d'arancia o limone.

Donuts






Chi mi segue le ha già viste nel mio blog queste simpatiche ciambelline.
Le ho fatte al cacao, allo yogurt,  e semplici come da ricetta base, naturalmente chi non ha la piastra elettrica può usare gli stampi che si trovano in commercio e cuocerle al forno.

Quelle di oggi le ho fatte usando il nuovo prodotto del Molino Rossetto, i Donuts.
Come prima sfornata ho seguito la ricetta base, ma ne ho fatta un'altra naturalmente mettendoci lo zampino ^_^

Ingredienti per circa 30 donuts
100 gr di mix per donuts (farina di grano tenero 00, zucchero, farina di riso, agenti lievitanti, sale aromi)
45 gr di burro morbido
2 uova

In una ciotola mettere il mix e unire gli ingredienti freschi, montare bene, poi io passo il composto in una piccola caraffa e verso il composto nella piastra riscaldata.
Seguite le indicazioni di cottura e quando sono pronte decorarle a piacere.

La glassa l'ho fatta mescolando zucchero a velo setacciato, latte e qualche goccia di colorante rosso.

Focaccia con semola integrale Cappelli





Buongiorno e buona settimana!
Ricomincio con un lievitato, una focacciona farcita. La particolarità è che in questo impasto ho usato la Farina di grano duro integrale Cappelli.
Non conoscevo questo tipo farina quindi ho cercato un pò nel web qualche spunto ma poi il consiglio giusto me l'ha dato Scarlett!
Vi dico subito che come farina ha un gusto deciso, ma se qui si sente parecchio in altre ricette che presto vi mostrerò si percepisce da poco a niente. Quindi se siete curiosi seguitemi ne sto facendo per tutti i gusti ^_^
Tutte le farine usate sono del  Molino Rossetto, acquistabili anche on line.

Ingredienti per una placca da forno

ingredienti totali
100 gr semola rimacinata di grano duro
300 gr di farina di farro
200 gr di farina di grano duro  integrale Cappelli
lievito di birra disidratato 3,5 gr
14 gr sale
5 gr di zucchero
370 gr acqua

Nota:
ho usato il lievito di birra disidratato della Lo Conte, nella bustina è indicato di usare acqua a 50 gradi e di usarlo direttamente senza scioglierlo. Se usate lieviti diversi seguite le istruzioni indicate, se usate lievito di birra fresco l'acqua deve essere tiepida.

Biga serale
100 gr semola rimacinata di grano duro
1,5 gr lievito disidratato oppure 4 gr lievito di birra fresco
80 gr di acqua
mescolare e coprire con pellicolare, lasciare a t.a. per  10 ore.

Impasto:
L'impasto lo faccio nella macchina del pane:
farine, zucchero, lievito 2 gr (oppure 6 gr di lievito di birra fresco), parte dell'acqua e la biga a pezzi. Dare tempo che l'impasto assorba gli ingredienti quindi unire il sale e l'acqua necessaria a rendere il composto omogeneo.
Dosatela sempre lentamente perchè dipende dalle farine che userete.
Coprire  e lasciare lievitare fino al raddoppio, per me circa 2 ore e mezza.
Poi riprendere fare un giro di pieghe e lasciare riposare 15 minuti
A questo punto divido l'impasto a metà, riformo 2 palle, le copro e le lascio lievitare ancora 1 ora.

Accendo il forno a 180 gradi.

Stendo una prima palla con le mani unte d'olio, non usare mattarello!
Metto la farcitura, prosciutto cotto, peperoni grigliati sottolio e mozzarella, copro con l'altro impasto sempre steso a mano. Sigillo bene i bordi, spennello d'olio e trascorsi 30 minuti inforno.

Pasta con polpettine






Oggi un primo piatto, e aggiungo unico visto che c'è tutto dentro.
A mia figlia è piaciuta tanto questa pasta tant'è che ha ripulito pure la pentola!^_^

Ricetta tratta dalla rivista Più Cucina

ingredienti per 4 persone
350 gr di pasta
sugo di pomodoro
alloro

Per le polpettine
140 gr di macinato misto
50 gr di philadelphia classico
1 cucchiaio di parmigiano
prezzemolo
pepe sale
pangrattato

L'originale prevedeva ricotta e anche mezzo uovo, io non l'ho messo e sono venute benissimo così.

Burro chiarificato o olio per rosolare le polpette

Mescolare la carne con il philadelphia, il formaggio, pepe sale e prezzemolo tritato.
Fare delle palline piccolissime del peso di 4 grammi.
Passarle nel pangrattato

Mettere a cuocere la pasta.

Ne frattempo rosolare le polpettine velocemente in poco burro chiarificato.
In una wok scaldare il sugo con l'alloro, passarvi le polpettine e farle insaporite, scolare anche la pasta e unirla nella padella, spadellare il tutto e impiattare

Crostoli con philadelphia





Davvero una genialata queste frappe! Non certo una mia idea ma della mitica Arabafelice e di chi sennò??
Io ho seguito la ricetta e ho unito come mi ha consigliato Scarlett anche la buccia d'arancia.
Farò un monumento a queste 2 bravissime blogger per me continua fonte d'ispirazione!!^_^ Grazie!!
La ricetta di Stefania qui e di Scarlett qui.

Io ho apportato solo una piccola modifica : ho usato la farina con lievito.

Vi do un consiglio fate dose doppia come minimo, perchè sono eccezionali!!

ingredienti per circa 30 crostoli

100 gr philadelphia classico
85 gr di farina con lievito Molino Rossetto
zucchero a velo per la copertura
olio d'arachide per friggere

In una ciotola mettere il formaggio, e unire la farina necessaria ad ottenere un panetto dalla consistenza sostenuta.
Avvolgere con pellicola e lasciare riposare 30 minuti.

Se dopo il riposo fosse tornato morbido unire poca farina
Iniziare a stendere pochi pezzi per volta nella macchinetta della pasta fino ad arrivare alla tacca nr. 6 dell'Imperia, devono essere sottilissime le sfoglie.

Friggere in olio caldo (se l'olio non è ben caldo le frappe non fanno le bolle, ma se lo è troppo si bruciano, quindi regolatevi un pò in cottura) e stendere le frappe senza sovrapporle su un vassoio  coperto con carta da cucina.
Quando sono fredde spolverizzare con zucchero a velo.

Nota:
per la buona riuscita è importante che la pasta sia stesa sottilissima
escludete l'ipotesi di farle al forno, perchè vengono male

Se non avete la farina con lievito usare farina 00 + 2 gr di lievito per dolci, ricetta provata anche così!

Grazie al blog Pasticcia con me che le ha provate.
Grazie a Letizia del blog In Cucina con Lety che le ha provate, qui il suo post
Grazie a Claudia del blog My Ricettarium per aver provato la ricetta con un formaggio diverso,qui il suo post
Grazie a La cucina di Esme per averle provate
Grazie a Stefania per averle provate


Cake alla marmellata d'arancia





Buona settimana!!
Iniziamo con dolcetto facile facile ma goloso!! La ricetta è tratta e leggermente modificata da "E' dolce far dolci" Paneangeli, provatelo sono certa che vi piacerà!!

Ingredienti per uno stampo 25x11

3 uova a temp. ambiente
120 gr zucchero
buccia d'arancia
100 gr di marmellata d'arancia
250 gr farina 00 Molino Rossetto
1 bustina di lievito per dolci
75 ml di olio di semi di mais
4 cucchiai di latte

per la copertura:
150 gr marmellata di arance
glassa al cioccolato Paneangeli
codette

accendere il forno a 175 gradi.

Setacciare la farina
Montare a lungo le uova con lo zucchero,poi unire la buccia  e la marmellata.
Unire sempre montando la farina alternata all'olio in 3 volte, poi unire il lievito e da ultimo il latte.

Versare nello stampo imburrato e infarinato e infornare nella parte inferiore del forno per circa 40 minuti.
Verificare con uno stecchino la cottura.

Quando il cake è completamente raffreddato passare alla copertura.

Scaldare e setacciare la marmellata, e poi  spennellare il cake.
Sciogliere la glassae  versarla sopra. Attendere che si asciughi un pochino e cospargere con le codette.

Grazie ad Alessandra per aver preso spunto da questa mia ricetta.


Frittelle con l'uvetta





Buon sabato che fate che bello? Io sto a preparare una buona focaccia con una nuova farina, vediamo come uscirà!
Beh se avete voglia di friggere, le classiche frittelle con l'uvetta non possono mancare!
La ricetta è come sempre della Paneangeli presa dai volantini trovati al super vicino ai prodotti per carnevale.
Per altre idee vi rimando qui

Ingredienti
250 ml acqua
50 gr burro
1 pizzico di sale
150 gr farina 00
50 frumina, amido di frumento
50 gr zucchero
buccia di limone
5 uova
1/2 bustina di lievito per dolci 8 grammi
100 gr di uvetta ammollata, lavata e asciugata.

per friggere olio di semi di arachide

Setacciare farina e amido

Portare ad ebollizione l'acqua con burro e sale, togliere dal fuoco e unire le polveri  tutta in una volta
Mescolare bene con un cucchiaio, fino ad ottenere una palla.
Rimettere sul fuoco un altro minuto sempre mescolando
Passare l'impasto in una terrina e unire lo zucchero, la buccia, iniziare ad unire un uovo alla volta, unendo il successivo solo quando il precedente è ben amalgamato.
Il composto deve cadere pesantemente dal cucchiaio., formando lunghe punte.
Infine unire il lievito setacciato e l'uvetta.

Scaldare l'olio a 175 gradi.

Prelevare con 2 cucchiaini poco impasto per volta e tuffare in olio profondo, mantenendo la temperatura.
Girare le frittelle in modo che si gonfino bene finchè vengano dorate.Scolarle su carta assorbente.
Servire con zucchero a velo.

Ravioli ripieni di rana pescatrice






Qui a casa mia, e come penso anche da voi,   è San Valentino tutti i giorni ^__^ perchè cuciniamo tutti i giorni per le persone a cui vogliamo bene!

La ricetta di oggi è un piatto unico dal gusto delicato. La pasta ripiena mi piace molto prepararla e qui pur di farla mangiare a mia figlia l'ho coinvolta nell'aiutarmi a confezionare i ravioli e posso dire che si è leccata i baffi una volta impiattati!

ingredienti per 3 persone

Pasta all'uovo
120 gr farina 0
80 gr semola rimacinata di grano duro
2 uova
1 tuorlo

Impastare, coprire con pellicola e lasciare riposare 30 minuti


Ripieno:

220 di rana pescatrice peso netto a crudo
prezzemolo
1 tuorlo
1 cucchiaio di parmigiano
80 gr di patata lessata schiacciata e fredda
olio, scalogno
fumetto di pesce, in alternativa può andare bene cuore di brodo knorr per persce

In una padella fare un soffritto con olio e scalogno, unire il pesce a dadini, spadellare velocemente, regolare di sale e cuocere pochi minuti sfumando con il fumetto, e completando con prezzemolo fresco.

Mettere da parte.
Quando il composto è tiepido tritarlo con la mezzaluna,  conservando il liquido di cottura.
In una ciotola mettere la patata, il parmigiano, altro prezzemolo, il pesce, il tuorlo e sale q.b.
Impastare e mettere da parte.

Iniziare a stendere la pasta poco alla volta, fino al numero 7 (io ho la Marcato) disporre il ripieno, chiudere con altra sfoglia e incidere con la forma desiderata.

Ho ottenuto 45 ravioli, poi dipende sempre da quanto grandi li tagliate.

Metterli ad asciugare.


Per il condimento ho fatto così:

nella padella dove ho conservato il fondo di cottura del pesce ho unito poco sughetto di pomodoro fresco

Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, tuffando pochi ravioli alla volta mantenendo l'ebollizione dolce,

scolarli e condirli con il sughetto.


Ripieno alternativo per 26 ravioli (preparare la stessa dose di pasta all'uovo)

220 rana pescatrice peso netto a crudo
25 gr ricotta
prezzemolo
fumetto di pesce
1 tuorlo
1/2 cucchiaio di parmigiano
1/2 cucchiaino di fecola di patate

Stesso procedimento per la cottura,poi si trita il pesce si unisce parmigiano, tuorlo, e poca poca fecola per legare, impastare  e porre in frigo 1 ora.


Note:

Nel primo ripieno c'è la patata e il risultato è stato di un raviolo molto delicato, nel secondo prevaleva di più il gusto del pesce e quindi più gustoso.


Brioche con riso e ricotta






L'avevo detto ieri su facebook che la mia colazione stamattina sarebbe stata mooolto morbida! ^_^
Volevo delle brioche leggere, morbide di quelle che già dopo il primo morso pensi al secondo ^_^ bene ho ottenuto ciò che volevo!!
Gli albumi nell'impasto li ho già usati per pane e pizza nel 2009, il post lo trovate qui  quindi sapevo del risultato che avrei ottenuto!!
Farine Molino Rossetto

ingredienti totali per 9 brioche grandi

530 gr farina 0 per pizza
50 gr farina 0 per pane
150 gr bevanda di riso naturale
70 gr di ricotta
2 albumi  pari a 68 gr in tutto (34+34)
150 gr zucchero
70 gr olio di mais
10 gr lievito di birra fresco
10 gr di sale

Per rifinire
1 uovo intero sbattuto
zucchero

Gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente

L'impasto lo faccio nella macchina del pane, quindi il lievitino lo preparo direttamente dentro alla macchina poi proseguo con l'impasto.

lievitino:
10 gr di lievito
50 gr di zucchero
50 gr di bevanda di riso
50 gr farina 0 per pane
impastare coprire e fare lievitare, per me 1 ora.

Quando ha lievitato iniziare ad unire tutto lo zucchero rimanente e poi  la farina alternata prima agli albumi e poi alla ricotta, man mano che gli ingredienti vengono assorbiti unire l'olio in 2 volte  e la bevanda di riso, da ultimo il sale.
Per ottenere un impasto omogeneo e ben incordato ho impastato 30 minuti.
Poi copro con panno umido e lascio lievitare fino al raddoppio, per me 3 ore.

Poi riprendo l'impasto faccio un giro di pieghe a raggio e lascio riposare coperto a campana 30 minuti.

Poi divido nelle forme e le metto nella placca del forno foderata di carta, le spennello di latte e le metto nel forno spento a lievitare nuovamente, circa un'altra ora e mezza, poi tiro fuori, accendo il forno a 180 gradi.
Nel frattempo spennello con uovo sbattuto e quando il forno raggiunge la temperatura cospargo di zucchero e inforno per circa 15/18 minuti.




Crostoli friabilissimi





Ricetta a 4 mani, si perchè a mia mamma piace molto friggere e fare questi dolcetti, comprese frittelle e castagnole.
Di solito ho sempre fatto questa che trovate nel blog, ma stavolta ci siamo messe decise a provare nuove ricette!!
La ricetta è della Paneangeli, precisamente presa da quei volantini che si trovano al super in questo periodo assieme a tutti i prodotti per carnevale.
Ma l'abbiamo leggermente modificata perchè in fase di lavorazione era davvero molto difficile stendere la pasta sottile.
Così dopo aver messo a punto la ricetta e rifatta per essere sicure della riuscita, questi sono i crostoli, o galani come li chiamiamo noi qui, leggerissimi e friabilissimi.
La ricetta originale prevedeva 90 pezzi, ma sicuramente avendo steso molto sottile la pasta ne abbiamo ottenuto qualcuno in più

ingredienti per 108 crostoli
300 gr farina 00 Molino Rossetto
35 gr frumina, amido di frumento
25 gr zucchero a velo
1 pizzico di sale
3 uova
3 cucchiai di grappa
40 gr burro sciolto tiepido
4 gr di lievito per dolci (1/4 di bustina)

olio di semi di arachide per friggere.

Setacciare farina e frumina.
Fare la fontana e e mettere zucchero setacciato, sale, uova e grappa.
Impastare gli ingredienti incorporando parte della farina fino a  formare un impasto denso, quindi aggiungere il burro e da ultimo il lievito setacciato e la farina rimasta.
Lavorare fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Iniziare a stendere pezzi di pasta fino al numero 6 della macchinetta Imperia, se si vogliono ancora più sottili stendere fino al 7 usando la macchinetta Marcato.
Tagliare in rettangoli e praticare 2 taglietti al centro

Friggere in abbondante olio, mantenendo la temperatura .
Scolarli su carta assorbente.


Le mafaldine













Buona settimana!!
Oggi un nuovo pane, almeno per me!
Dovete sapere che la bravissima Scarlett negli ultimi mesi organizza degli incontri con altre persone appassionate di cucina. Un bel modo per imparare questa arte!
Io purtroppo sono troppo lontana per partecipare, ma mi sono unita virtualmente così ho eseguito la ricetta a casa mia mentre loro cucinavano in gruppo!
Ho seguito la sua ricetta e ho imparato pure a fare una forma nuova!! Grazie Scarlett!!!!!!!

Ho aggiornato anche il post "le forme del pane" in questo modo vedete i passaggi in movimento
ingredienti totali per 6 pani da circa 180 gr

600 gr semola rimacinata di grano duro
100 gr farina 00
10 gr lievito di birra fresco
5 gr zucchero
400 gr di acqua
14 gr sale
semi di sesamo

Mescolare le farine

Per prima cosa sciogliere il lievito con lo zucchero e parte dell'acqua che servirà per impastare, poi iniziare ad impastare unendo parte della della farina, continuare ad impastare unendo l'acqua poco alla volta per vedere quanta ne prende la farina.
Dopo 10 minuti unire il sale e impastare per bene fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.

Copro con panno umido e lascio lievitare fino al raddoppio, per me 3 ore.

Poi riprendo l'impasto lo sgonfio e faccio una serie di pieghe a raggio, riformo la palla e la metto a riposare nuovamente per circa un'altra ora.

Poi riprendo divido in pezzi da circa 180 gr, inizio a stendere un cordoncino lungo, e con esso formo una doppia S, e poi lo unisco con il finale,le foto aiutano meglio a capire i passaggi.

Spruzzo con acqua e cospargo con i semi di sesamo.

Mentre le facevo ho acceso il forno a 190 gradi, e dopo circa 30 minuti ho infornato perchè lievitavano a vista d'occhio.

Nota:
si può tranquillamente ridurre il lievito a 7 gr aumentando i tempi di lievitazione

Grazie a Lia del blog Provare per Gustare per averle provate, qui trovate la sua versione

Pizza con lievito madre






Buona domenica!!
Ho voluto provare a fare anche la pizza con il lievito madre ma vi dico subito che per un periodo ho portato avanti il lievito madre e pasta di riporto insieme, poi per tutta una serie di motivi, ho proseguito con la  mia amata pasta di riporto e a tutti i miei lievitini che adoro fare. ^_^
Comunque dopo il pane ho fatto anche la pizza, e sono rimasta molto soddisfatta.
Come punto di riferimento ho seguito un pò i consigli presi qui, poi ho proceduto in base alla mia esperienza .

ingredienti per 8 pizze

200 gr di lievito madre rinfrescato
3 cucchiai d'olio evo
8 gr di malto in polvere
600 gr di farina per pizza Caputo Rossa
14 gr di sale
340 gr di acqua

L'impasto lo faccio nella macchina del pane

Passate le 3/4 ore  dal rinfresco prendo il lievito madre e lo metto nel cestello con metà  acqua e lo sciolgo, poi unisco la farina  il malto e l'olio, avvio e inizio ad unire la rimanente acqua necessaria,  dopo 5/6 minuti unisco il sale.
Impasto per 30 minuti  e poi lo lascio riposare altri 30 minuti coperto da panno umido.
Poi prendo l'impasto e lo sposto sul piano di lavoro e inizio a dare le varie pieghe di rinforzo, a raggio.
Poi arrotolo per bene l'impasto lo metto in una ciotola oliata, lo copro con pellicola e lo metto in frigo  fino al giorno dopo.

In tarda mattinata del giorno dopo lo tiro fuori dal frigo e lo lascio a t.a. per circa 3 ore.

Poi lo divido in panetti e li metto a riposare coperti per altre 4 ore.

Accendo il fornetto g3 ferrari.
Inizio a stendere le pizze... si stende che è una meraviglia!

Farcire e infornare

Polpettine di vitello




Ricettina veloce, per chi ama le polpette!! Se vi piacciono le ricette facili e veloci vi aspetto nell'altro blog che gestisco ^_^


ingredienti per 15 polpettine da 40 gr:

500 gr di macinato di vitello

1 patata lessa del peso di 80 gr
prezzemolo tritato
1 cucchiaio di parmigiano
sale, timo, salvia rosmarino

Amalgamare il tutto e formare le polpettine, passarle nel pangrattato, coprire con pellicola e mettere in frigo qualche ora

Io le ho preparate al pomeriggio per la sera.

In una padella mettere un filo d'olio e rosolare bene le polpettine, unire poco brodo vegetale.


Servire con una insalata.


Nota:

Con lo stesso impasto ho fatto anche un ragù bianco:
soffriggere con un filo d'olio sedano carota cipolla tritati finemente unire il composto sbriciolato e rosolare bene, condire la pasta e una bella spolverata di parmigiano.

Torta alle mandorle





Buongiorno!!
Vi propongo questa deliziosa torta di mandorle, che giaceva in archivio ^_^
La foto non è delle migliori ma vi assicuro che la torta è buonissima!!
Mi raccomando per la buona riuscita prestate attenzione alla lavorazione.
La ricetta iniziale l'ho vista qui,su Cookaround con relativi passaggi; io avevo già fatto questa, e siccome avevo voglia di farne un'altra è uscita quella che vedete!

Ingredienti:

6 uova intere
2 tuorli
2 albumi
230 gr zucchero extra fine Zefiro
2 bustine di zucchero vanigliato (18gr)
100 gr farina di mandorle
120 gr farina 00 setacciata Molino Rossetto
40 gr amido di frumento setacciata
1 bustina di lievito per dolci
80 gr burro fuso freddo

Tortiera diametro 28
Accendere il forno a 180 gradi

Montare le uova intere e poi unire gradatamente lo zucchero, quando sono ben gonfi unire i tuorli uno alla volta.

Montare gli albumi.

Mettere da parte le fruste e usare un mestolo.
Iniziare ad aggiungere le farine al composto di uova alternando agli albumi montati,  mescolare dal basso verso l'alto molto lentamente, alternando anche i cucchiai di burro.

Versare nella teglia, cospargere di mandorle a lamelle e infornare per 30 minuti.

Nota:
-Le uova non devono essere fredde di frigo.

-se la volete più alta usare tortiera diametro 26 i tempi di cottura di prolungano.

-se non avete la farina di mandorle, dovete tritare le mandorle con 1 cucchiaio di zucchero preso dal totale, perchè se non sono ben tritate appesantiscono l'impasto e non lievita bene.

Semplicemente Girelle






La ricetta che mi ha conquistato è della mia cara amica Scarlett, del blog Le Delizie di casa mia, fosse solo questa, ogni giorno sul suo profilo Facebook ci fa sbavare con le sue  meravigliose proposte!! Ed io cedo a farle!!
La ricetta originale la trovate qui , io ho modificato di poco. Grazie come sempre Scarlett!!

ingredienti per 16 girelle

impasto al cacao
3 uova a t.a.
150 gr di zucchero zefiro (o a velo)
25 gr cacao
70 gr farina con lievito Molino Rossetto + 1 pizzichino di bicarbonato

Impasto bianco
70 gr farina con lievito Molino Rossetto +1 pizzichino di bicarbonato
3 uova
150 gr zucchero zefiro (o a velo)

Bagna:
bollire 100 gr di acqua con poco zucchero e fare raffreddare.

Farcitura:
nutella ammorbidita
oppure *nutella mescolata a poca crema pasticcera nella misura di: ogni 2 cucchiai di nutella 1 cucchiaio raso di crema.

Glassa al cioccolato:
per me paneangeli

preparate tutti gli ingredienti a temperatura ambiente, setacciate le farine e lo zucchero se usate quello a velo.

Accendere il forno a 175 gradi.
Iniziare con l'impasto scuro
Separare tuorli e albumi.
Montare bene gli albumi a neve (io non metto sale)
Montare i tuorli a lungo unendo gradatamente lo zucchero.
A questo punto sospendere con le fruste e unire la farina e il cacao alternati agli albumi con movimenti delicati dal basso verso l'alto.
Stendere l'impasto sulla placca del forno precedetemene foderata  di carta.
Infornare per 8 minuti.

Impasto bianco:
Mentre l'impasto scuro cuoce preparare quello bianco, con lo stesso procedimento.
Trascorsi gli 8 minuti, tirare fuori la placca e versare delicatamente sopra il composto chiaro.
Reinfornare per altri 12 minuti.
Mentre cuoce preparare la bagna

Spegnere e lasciare in forno socchiuso altri 5 minuti, poi tirare fuori toglierlo dalla placca e toglierlo anche dalla sua carta forno, posizionarlo su un foglio di carta pulito,  coprire con un canovaccio in modo che mantenga la sua umidità.

Trascorsi 30 minuti, spruzzare con la bagna.
Spalmare con la nutella, arrotolare ben stretto, avvolgere con pellicola e porre in frigo 2 ore.

Sciogliere la glassa.

Tagliare a fette dello stesso spessore, passare una parte delle girelle nella glassa e fare asciugare capovolte.

Nota:
La nutella l'ho ammorbidita leggermente a bagno maria prima di spalmarla.
*Un'altra volta invece l'ho amalgamata a poca crema pasticcera in modo da rendere il tutto più scorrevole nello spalmarla.
Il numero delle girelle varia dallo spessore che le tagliate!



Bottoncini di pasta ripiena




Oggi vi propongo questo piatto di pasta fresca ripiena.
L'idea di chiamarli così me l'ha data mia figlia, mentre li confezionavamo insieme mi dice "sembrano dei bottoni"!
Così sono nati i bottoncini con farcitura cremosa,  dal gusto deciso e appetitoso.
La nota croccante finale del culatello ci sta proprio bene come completamento del piatto.

ingredienti per 66 bottoncini

Pasta all'uovo
100 gr semola rimacinata di grano duro
200 gr farina di farro
3 uova medie
1 cucchiaio d'acqua fredda.
Impastare velocemente, unendo l'acqua solo al bisogno, avvolgere con pellicola e lasciare riposare 30 minuti.

Ripieno:
200 gr di robiola
150 gr di culatello

Condimento:
sugo di pomodoro
50 gr di culatello

Preparare il ripieno:
frullare robiola e culatello.

Iniziare a stendere la pasta con la macchinetta fino al numero 7, io ho una Marcato.

Sulle sfoglie mettere mucchietti d'impasto distanziato coprire con la sfoglia e fare uscire bene l'aria e incidere con lo stampino.
Io stendo la pasta poca alla volta,e i ritagli li rimpasto nuovamente.
Disporre la pasta pronta nei vassoi.

Fare scivolare i bottoncini in acqua bollente salata mantenendo una ebollizione dolce
 Scaldare il sugo di pomodoro, e a parte in una padellina antiaderente tostare il restante culatello.

Scolare la pasta e saltarla nel sugo, servire completando con il culatello croccante.

Nota:
Si avanza un pò d'impasto all'uovo, io ho fatto tagliatelle.
La robiola può essere sostituita da stracchino






Bignè alla crema





Buona domenica!
Ieri ho fatto un bel vassoio di questi bignè fritti.
Devo dire che non amo particolarmente friggere, ma  quando lo faccio devo essermi proprio alzata con il piede giusto.
Ieri quindi ho fritto e messo all'ingrasso un pò di gente! ^_^
Ho ripreso e leggermente modificato la ricetta dei bignè fritti alla crema pubblicata un pò di tempo fa.

Ingredienti:
200 gr di farina con lievito Molino Rossetto
50 gr burro
5 uova medie
40 gr di zucchero
un pizzico di sale
250 ml di acqua

Per friggere olio di semi d'arachide

Crema:
1 uovo
50 gr di zucchero
30 gr amido di frumento
250 gr panna fresca
100 gr di latte

Sbattere uovo, zucchero e amido, unire i liquidi caldi, portare su fuoco dolce e fare addensare.
Versare in una ciotola e coprire con pellicola a contatto.

Bignè:
In una pentola mettere acqua, burro, sale e zucchero, portare ad ebollizione. Togliere dal fuoco e unire tutto in un colpo la farina setacciata.
Mescolare e riportare sul fuoco, girare bene finchè il composto sfrigola e si stacca dalle pareti.

Mettere in una ciotola e fare intiepidire.

Iniziare ad unire un uovo alla volta, e aggiungendo il successivo solo quando il precedente è ben amalgamato.
Montare bene fino ad ottenere un composto morbido e consistente.

Scaldare l'olio a 170 gradi.
Prelevare con 2 cucchiaini l'impasto e tuffare nell'olio, fare gonfiare bene e poi scolare su carta per fritti.

Una volta fritto tutto, riempire con la crema usando una sac a poche.

Nota:
La crema potrebbe non bastarvi se li fate tanto grandi, in quando in cottura si formerà un bel buco da riempire dopo



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Questo blog non rappresenta un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione, verranno insidacabilmente rimossi.
Autorizzo la pubblicazione delle mie foto e ricette a condizione venga sempre inserito un link a questo blog
Copyright © Federica Simoni